Diritto del Lavoro



Tribunale di Reggio Emilia, sentenza n. 280/2016 del 14/12/2016
Rapporto di lavoro subordinato – Infortunio sul lavoro – Responsabilità del datore di lavoro – Colpa – Prova del pregiudizio - Risarcibilità del danno differenziale e diritto a percepire le indennità Inail – art. 2087 c. c. – art. 10, dpr n. 1164 / 1965 – Accertamento incidentale della responsabilità penale – Responsabilità contrattuale – Onere della prova – art. 1218 c. c. – Scontro tra un muletto ed un autocarro all’interno dello stabilimento – Omissioni gestionali ed organizzative del datore di lavoro – Mancata delimitazione degli spazi di manovra – Omissione di segnaletica stradale orizzontale e verticale – Mancanza di visibilità a causa della presenza di materiale ai lati delle uscite del capannone – Omesso controllo – Responsabilità del datore di lavoro - Omesso utilizzo delle cinture di sicurezza – Concorso di colpa del lavoratore – Misura del 20% – Risarcimento danno biologico – Applicazione tabelle milanesi – Personalizzazione 25% – Danno patrimoniale differenziale tra mancato guadagno e indennità Inail – Risarcibilità.

Sentenza

Tribunale di Modena - Sezione Lavoro, sentenza n. 144 del 01/10/2013
Attività di addetta al trasporto di pazienti sulle ambulanze - art. 69, d. lgs. n. 276 / 2003 (cd. Legge Biagi) - nozione di progetto e/o di programma di lavoro - necessaria sussistenza - indicazione nel contratto -repressione del ricorso fraudolento a collaborazioni coordinate e continuative - interpretazione restrittiva dei requisiti caratterizzanti la fattispecie - situazioni particolari e teleologicamente individuate - irripetibilità - non necessità - necessità strutturale o esigenze generiche del datore - lavoro a progetto - non utilizzabilità - esigenze generiche - risultato finale o parziale - attività specifica e limitata nel tempo - conseguimento di uno specifico obiettivo - inserimento nell'attività generale del datore di lavoro - necessità di un quid pluris rispetto al mero svolgimento di mansioni lavorative - predisposizione e trasporto dei clienti di un'associazione di volontariato - non configurabilità di un progetto - reiterazione di un preteso progetto - coincidenza con l'attività generale dell'associazione - mancanza di un progetto - esclusione dell'applicabilità della disciplina - presunzione assoluta - conversione in rapporto di lavoro subordinato sin dall'origine - natura sanzionatoria della norma in conseguenza della mancanza di un progetto - non necessità dell'accertamento della natura subordinata del rapporto - distinzione rispetto al caso in cui sia presente il progetto ma siano in contestazione le modalità di svolgimento del rapporto di lavoro - presunzione relativa di subordinazione - prova contraria da parte del datore di lavoro - inquadramento della ricorrente ai sensi del CCNL servizi assistenziali - responsabilità solidale del presidente dell'associazione - art. 38, 2° comma, c. p. c.

Sentenza



Corte di appello di Bologna, sentenza n. 325 del 22/04/2013
Mancata specificazione delle modalità di applicazione dei criteri di scelta dei lavoratori da licenziare - pedissequa ripetizione dei criteri indicati dall'art. 5, 1° comma, l. n. 223 / 1991 - mancata considerazione dei ciriteri dei "carichi familiari" e della "anzianità" - violazione dell'art. 4, 9° comma, l. n. 223 / 1991 - illegittimità del licenziamento - reintegrazione - risarcimento del danno - art. 18, l. n. 300 / 1970 - aliunde perceptum.

Sentenza

Tribunale di Bari, sentenza n. 9498/12 del 08/10/2012

Transazione - verbale di conciliazione - retribuzioni ed indennità spettanti al lavoratore - calcolo al lordo.

Sentenza

Tribunale di Modena - Sezione Lavoro, sentenza n. 339/11 del 16/11/2011

Illegittimità del licenziamento per mancanza di giusta causa o giustificato motivo soggettivo. Insussistenza di attività extralavorative tali da pregiudicare la guarigione del lavoratore subordinato. Applicabilità dell'art. 18, l. n. 300 / 1970.

Sentenza



Tribunale di Reggio Emilia - Sezione Lavoro, sentenza n. 363/10 del 04/11/2010

Sussistenza di progetto avente i requisiti previsti dal D.Lgs. 276/2003 e conseguente nullità del verbale di accertamento dell'INPS che aveva qualificato il rapporto come contratto di lavoro subordinato.

Sentenza



Tribunale di Modena - Sezione Lavoro, sentenza n. 409/10 del 12/10/2010

Conversione del contratto di lavoro a termine in contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Sentenza



Tribunale di Modena, sentenza n. 426 del 06/12/2006

Contratto di collaborazione coordinata e continuativa - inadempimento - condanna dell'associazione al pagamento del corrispettivo - responsabilità solidale del soggetto che ha agito per conto dell'associazione ex art. 38 c. c.

Sentenza