Diritto Comunitario



Corte di Giustizia dell’Unione Europea, sentenza 18 ottobre 2012 (causa C-385/10) - Presidente Ilešic, relatore Levits

Domanda di pronuncia pregiudiziale del Consiglio di Stato / Italia - Libera circolazione delle merci - Restrizioni quantitative e misure d’effetto equivalente - Rivestimenti interni dei camini e delle canne fumarie - Assenza di una marcatura di conformità CE - Direttiva 89/106/CEE del Consiglio, del 21 dicembre 1988, relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati Membri concernenti i prodotti da costruzione, come modificata dal regolamento (CE) n. 1882/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 settembre 2003 - articoli 34 TFUE – 37 TFUE – interpretazione – art. 285, paragrafo 1, decreto legislativo n.152/2006, del 4 aprile 2006 - circolare n. 4853/2009 del Ministero dell’Interno / Dipartimento dei vigili del fuoco - prescrizioni nazionali che subordinano d’ufficio la commercializzazione di prodotti da costruzione provenienti da un altro Stato membro, all’apposizione della marcatura CE – contrarietà al diritto comunitario.

Sentenza

Comunicato stampa rilasciato dallo Studio Legale Associato

Consiglio di Stato – Sezione Sesta, decisione n. 3653/2010 del 27/04/2010

Impugnazione di provvedimento amministrativo nazionale per violazione di norme comunitarie e rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia Europea.

Sentenza